WebMail

14 Novembre 2018 - 03:37

home articoli cultura giornali contattaci guestbook links ultimissime
Google
Bruno Russo- [ EVENTI ] VOLA E VA ( da "Il ROMA" del 26/02/2011 pag. 11 )
VOLA E VA’ CON GAETANO CERRITO Gaetano Cerrito è il guidatore di una macchina speciale, che corre sulle strade a percorrenza limitata che conducono a...
[ EVENTI ] QUANDO LA POESIA E’INCONTRO DI CULTURA E SOLIDARIETA’ ( da "Il ROMA" DEL 12/01/2011 pag. 12 ).
Cosa c’entra la poesia e le nuvole, con un condimento particolare come l’aglio? Ce l’ha spiegato il poeta italo-argentino Carlos Sanchez, condividendo...
Bruno Russo- [ EVENTI ] I MIEI PRIMI 40 ANNI ( da "il ROMA" del 12/01/2011 pag. 23 )
Napoli sta cambiando, almeno in questo: sta presentando una cultura del ritrovo giovanile, che considerati i coprifuochi di varie zone della collina ...
Bruno Russo - POESIE NUOVE
Never change again
if the observer was gone,
now it is only your moment
that absolve yor kissness smile
of living here with me.
Append in sky the hardness,
the conseguence of life
and start your run
for the only success
that you want: her.
Do you rememberv the time
that in the meantime of the life
he was near your eyes,
now is in the center of your kiss.
Never change again
if the moon observer the sea
can happiness attended by me
if you are in the beginning
of the an other life
as a new poem, as a flow.
Every day you are my magic
in the stones of the idea
never change again
respect for life please
and the music must go on.

Bruno Russo


 
Marco Scocchera- A MIO PADRE EDOARDO
Caro babbo, ti abbiamo perso.

Nella sera è scoccata per te
l’ultima mezz’ora,
quella che temevi e che spesso,
ti impediva di addormentarti presto.

Nella sera una luce è volata via
lasciando in casa un buio inquietante,
ma c’era là un’aria serena,
come di qualcuno che ha visto
la Pace.

Caro babbo, attorno alla tua scomparsa un gran vuoto.
Lo sentiamo tutti senza alcuna riserva.

Caro babbo, ti sei fatto Amare!

Alcuni forse hanno di te approfittato,
ma pochi, o forse nessuno, ti ha odiato.

Eri duro soltanto con chi faceva il duro,
mettendo in gioco la propria prepotenza
e calpestando quei valori
che eran tutta la tua esistenza.

Quei valori che sempre hai predicato!

Eri contro l’ingiustizia, la mala fede e l’inganno.
A questi nemici hai sempre dato battaglia,
e sempre per loro, come un macigno,
il giusto destino si faceva pesante!

Ecco contro chi erano le tue guerre,
guerre mai da te provocate, ma che hai sempre vinto...

...anche quando hai dovuto lottare da solo.

E lo gridavi: “Sono solo!!!”.

E solo ti ritrovavi spesso,
in un mondo che non era più lo stesso.

Ed ancora solo ti ritrovavi spesso,
in un Tuo mondo tutto diverso.
Non il nostro mondo,
nel quale non più ti riconoscevi.
Ma un mondo,
che non tutti comprendiamo.

Non era più il tuo mondo
quello che per noi
è sempre stato
Il nostro unico mondo.

Nel tuo le stelle brillavano di più,
i tuoni non ruggivano come belve inferocite.

Quel mondo non si ribellava con
Terremoti, Frane ed Alluvioni.

Ma un uomo come te
Trova sempre la forza in se stesso,
anche quando le forze vengono a mancare.

Cosa faceva di te un uomo migliore?
La consapevolezza di essere un uomo diverso.
La consapevolezza di essere un uomo vero!

Caro babbo, ti abbiamo Perso!

Questo mondo non era più il tuo mondo,
ma nonostante tutto l’hai amato.

E noi tutti ti abbiamo amato e ti amiamo.

Caro babbo,
eri un uomo speciale,
eri davvero un uomo “Anormale”!

Con grande affetto e stima
Tuo figlio Marco.


 
Marco Scocchera- IL SOGNO DI UN ADOLESCENTE

Il sole sorge
e poi tramonta…

ogni giorno lo si vede,
a volte coperto da un alone di tristezza
altre volte sorridente…

dei giorni è freddo
altri giorni è molto caldo
ed è allor che
mi incanto !

Il sole splende,
sulla spiaggia
in riva al mare
i bambini giocano,
fan con la sabbia castelli
e i più grandi
godono sulla propria pelle
il dolce ardore
di quei raggi.

Questa gente ora in vacanza
ha impressa in volto
immensa gioia
per quest’estate tanto attesa
e finalmente arrivata.

Ma per qualcuno in particolare
l’estate è ancor più bella…
Per chi oltre al mare ed al sole
può godere dell’amore…

In un posticino appartato
seduti l’un accanto all’altro
vedo qualcuno…

…si guardano negli occhi
e si dicono:
“Ti amo”.


 
Bruno Russo- L'ASSURDO.
La vita è un assurdo.
E' una poesia che riveste il cuore,
certe volte andandoci stretto
altre largo.
Ma resta accanto a te, a parlarti
a farti capire le cose
anche se tu non le vuoi capire.
Poi arriva l'ora dell'amore
come un treno che ritarda da una vita,
il suo rumore è una musica
che ti raggiunge alla stazione
dove tu aspetti, concentrandoti nei ricordi.
L'assurdo è che le cose che cerchi
sovente s'allontanano
mentre quelle che ti cercano
le devi tu allontanare.
Se è così e meglio allora
che il treno sia un diretto
che non si ferma mai,
procedendo diritto
fino che qualcuno lo fermerà.

Bruno Russo
 
Bruno Russo- L'ASPERA SEQUENZA
Non ti accorgi?
Stai nel estro bisogno
e non ti domi
dall'anta di un guado
vicina rapita
da un pavido imbuto
dove converge
l'aspera sequenza
di sperse parole
che al vento riponemmo.
Mi senti?
Sei accanto alle mie distanze
e non ti lasci
andare nell'onda
accanto arrivata
da un sogno frainteso
dove diverge
da un insieme
che al sole lasciammo.
Ora ci sei
dopo non so
sei troppo distacco
e nessuna sequenza
sembri quell'acqua
che scende dal monte
fai fatica a guardarmi
ma quando lo fai
tutto il mare lo vedo
sfiorarti le ciglia.

Bruno Russo
 
Bruno Russo- ARIA
Sono rimasto ad aspettare una vita
che sotto la trasparenza delle regole
qualcuna incontasse uno scoglio ;
mi sono aggrappato all'azione per niente
disperdendo nell'aria tutti i ricordi
poi sono tornato all'attesa e sedendo
ho sentito nella noia tedio e tristezza.
Mi sono scoperto in ogni tendenza
che sotto la pelle divenisse chiarezza,
ma il tempo lava solo le buie sottane
dove impavido si nascose il potere.
Eppure ogni volta che un profumo o ricordo
sboccia da quell'aria aggressiva
mi sento tranquillo perchè ne faccio parte
con il respiro.
Ne faccio parte perchè io sarò aria
e con quel fardello di grazia composte
ricoprirò il nulla che mi avvogerà impietoso.
Mi renderò conto che aspettando una vita
ho costruito una sola certezza
che non ha bisogno di dolore:
ti ho cercata nel posto giusto senza rimorsi,
proprio disperso nell'aria tra mille ricordi
ma tu non sei mai venuta e forse
non ti ho saputo o voluto neanche cercare.
Posso solo attendere che un giorno
tu passerai di qui
perchè solo allora saprò che colei eri tu:
ti avvolgerò da quel vento tiepido e lento
che arrivato dal mare
sarà passato a visitare la mia tristezza.
Solo allora sarò contento
perchè pur non essendoci
ti ho incontrata
e tu pur non sapendolo
hai respirato con me.....e poi
ci siamo chiesti se era amore o solo aria.
Io lo sapevo ma tu no. Ma non fa nulla
aspetterò l'occasione di un'altra vita
e solo in questo crederò.
Intanto sarò lo spiffero che esce nell'uscio
e ti cerca in ogni casa;
sarò la brezza che al mattino ti sveglia,
sarò nel vento che alla sera
si inebria al tramonto
e leggero corre verso l'orizzonte
come quei cuccioli
che invece di saltarti addosso per gioia
si vanno a fare una corsa
e poi ritornano
come per ringraziare quel vento
che ti accompagnerà per sempre
anche se non ti conoscerò mai,
anche se non sarai la mia donna.
Ora non sono ancora aria
ma ho sentito un fruscio
e mi è piaciuto pensare
che eri tu.

Bruno Russo


 
Bruno Russo- L' ESTETICA
Vuoi apparire come una bambola
fredda nel pensiero,
tu che mi propini l'essenza
di un mio vizio perpetuo;
eppure è a te che voglio
somigliare nel destino,
di avere belle le linee
che ti conducono al trono.
Fingi di essere pulita nell'anima
se mostri disagio
e non comprendi
che la mia sembianza
fa parte del cercarti.

 
Bruno Russo- I TUOI CAPELLI.
Si abbandonarono morbidi alle mie dita
e così li penetrai, con la dolcezza del riservo,
accarezzai quel bel viso tenero color oro
al suono di una canzonetta di Bahia.
Poi le nie labbra posai tra i tuoi capelli
come la sera vuole accarezzare l'aria,
addormentando nel tuo sonno quella voglia
di baciarti forte come un'onda al mare.
Ad un tratto fu più forte la voglia
di congiungere le tue con le mie
ma non lo feci, potevo solo stringerti
e lo feci per due volte temendo di svegliarti,
ma anche col timore che ti sentissi colta
come da un campo non si toglie un fiore.
Nella gioia di un ricordo alberano le spine
ma io non sono sparito nella notte ,
anzi in ognuna mi potrai trovare
ad aspettarti correre decisa.

Bruno Russo
 
Bruno Russo- ROSA
Rosa nel mare, rosa nel deserto
rosa nella vita e rosa sulle gote,
rosa della sera, rosa per la vita
rosa nel contorno, rosa nella via,
hai messo in essere la gioia e
mi hai sorriso per la prima volta,
poi nel vento ti sei spezzata
per poi unirti alle vicende umane.
Qualcuno ti ha posata nello stesso luogo
dove ti vidi riempirti di speranza
ed allora ho capito che se si ama
si vede sempre lo stesso fiore
infilato nel ciglio della tua strada.

Bruno Russo
 
Marco Scocchera- FUORI DAL GIRO
Volti illuminati
ed anime spente,
date alla vita
quell’ essenza
che dell’ essenza
ha un bel niente.

Che belle maschere
che portate,
siete fieri di voi
e ve ne vantate.

Avanti ed indietro
per quelle vie
con fare da gran re…
e le donne
spavalde in volto
coi tacchi a spillo
e tutte imbustate.

Cosa è che cercate
cosa è vantate,
dei soldi fate un’arma
e delle chiacchiere
abusate.

Quanti sorrisi falsi,
quanti saluti obbligati
o camminate a volte
coi paraocchi
perché nessuno vi tocchi.

Ciao caro, che piacere,
ed intanto pensate:
“ma chi mi doveva capitare”

Vi aprite l’un l’altro
come due casseforti chiuse,
parlate, girate lo sguardo altrove
ed intanto fumate.

Siete vuoti dentro,
e se in voi pescate,
solo la superbia trovate.

Siete vuoti dentro
e se vi impegnate
solo i falsi valori
affermate.

Arriva poi il gran figo
e attorno a lui vi accerchiate,
cosa si porta stasera ?…
…e poi tutti vi spostate.

Nel locale alla moda,
col vestito alla moda
rigorosamente firmato,
vi recate.

Con la macchina bella,
pulita e splendente
che sia la più costosa
e quella più alla moda.

E’ la cabrio che
si porta,
sali su, che sei
anche tu alla moda.

Coi soldi di papà
faccio il gradasso
e con la barca
me la spasso.

Domani a Capri
in alto mare
le perete
vado a rimorchiare.

Quanti valori persi
quanti falsi valori affermati,
ma se un po’ vi soffermate
ecco che qualcuno
reagisce.

Sono qua
solo per parlare,
prendo il buono
restando me stesso
ma a tante cose
non voglio dare peso.

Il locale stasera
non mi va ,
resto con te
che mi ascolti
e magari
facciam due passi
lontano
da questi posti.

Che bello evadere
da ciò che ci rende schiavi,
e che in questa società d’oggi
è il come ti mostri.

Preso a volte
per fede
preso a volte
per costrizione
sei sempre schiavo
dell’ immagine
che porti.

La vita è bella
e la vita
è anche sofferenza,
cosa è che ci sostiene
nel dolore
se non un vero valore?

Appariamo forti,
deridiamo gli altri
neghiamo un saluto
“sputiamo” addosso,
ma nella sostanza
siamo tutti insicuri.

Deboli di valori,
deboli di affetti,
ci attacchiamo
a tutto questo
come se fosse
un sostegno vero.



Attaccandoci come possiamo
a tutto ciò che è vero,
reagiamo,
lottiamo,
affermiamo noi stessi
e rinunciamo
ai luoghi comuni.

Lasciandoci andare
ai veri valori
possiamo essere
dei veri eroi.

Vedo in te
qualcuno di diverso,
vesti come gli altri,
ma hai qualcosa dentro.

La sofferenza,
la fede,
la purezza
e la voglia
di restare lì
ma …
…USCENDO DAL GIRO !
 
Bruno Russo- CAPRI

Sopra una panchina ho ritovato il mare,
sotteso all'arco estruso ove passa il tempo.
Abbandonarsi è facile se lo spazio è un pò ridotto,
spezzando l'inutil ramo che poi lega alle tue cose.
Quandanche non ci sei , sei qui lo stesso
mi stai dentro e poco fuori: se ti fidassi del mio passo
vedresti con altro occhio questo azzurro che mi invade.
Non mi importa se mi pensi allo spostare dei miei poggi,
non mi importa se mi ignori se accarezzo i tuoi capelli,
m'importa solo che in questo incanto ho il ricordo di un tuo sorriso
che adagiato sopra al tempo ho qui sognato insiame al mio.
C'è un mondo che ci aspetta in questo incanto levigato:
il tuo cuore lo farei nuotare lentamente fino al mio,
lo farei poi asciugare dalle amare gocce della vita,
ed un poco soffrirei perchè un volto come il tuo
non lo si deve per nessunissima ragione mai sciupare.
Ma la vita si è vestita di questo luogo: è un'isola d'amore
dove basta un tuo profumo per rapirmi una volta ancora.
Sul mio terrazzo s'affaccia la brezza del tuo sorriso,
sottesa alla mia anima che impazza se incontra il tempo.
Conoscersi sarebbe bello in questo viotto,
calzando la sequenza indotta della lucente luna,
se accogliessi questo mano che ti sfiora
vedresti insieme ad essa dove andare.
C'è un mondo che ci aspetta al di là di questo porto:
mi sembra di vederti in ogni nave che vi arriva
se basta un tuo miraggio per condurmi in mezzo al mare.

Bruno Russo




 
Marinella Pepe- NEI TUOI OCCHI VEDO....
Nei tuoi occhi vedo
Terre lontane dove rifugiarsi
dietro l’ombra della propria coscienza,
vedo stretti come in un vortice che gira veloce
due corpi che non si vogliono staccare,
vedo promesse perse nel vento,
vedo lacrime di gioia, lacrime di tristezza
Nei tuoi occhi vedo
una serenità turbata forse troppo finta e apparente
vedo un’emozione forte che non sa trattenersi,
uno sguardo intenso dalle mille parole,
vedo quel sentimento che è una lama talmente sottile
che entra facilmente,
ma senza accorgersi che fa male al cuore,
Nei tuoi occhi vedo
lo specchio dei miei pensieri che timidamente amano
e vogliono come i tuoi
Nei tuoi occhi vedo
Ma solo il tempo potrà vedere ciò che nasconde
un tempo da vivere insieme.



 
Bruno Russo- UN MARE DI SABBIA
Immagina il mare
come tutte l'amore
che desideravi
e che ti ha lasciato
immutate
le spine sul tuo stelo,
e prima che tu possa
incontrare la tristezza
in quest'immenso blu
arriverò io
e metterò tanta sabbia
da farlo diventare terra,
e prima che tu possa
incontrare l'assenza
in quest'altra immensità
arriverò io
e metterò tanto oceano
da farlo diventare di nuovo
amore.
 
Bruno Russo - AQUA DO' SOL
Una corrente sul tuo viso
può farti attendere e sognare,
solo dopo che il tuo sole impazzirà;
Solo la rabbia sul tuo viso
Ci può far credere e lottare
Sempre poi che la voglia ci sarà;
Ma non ti devi perdonare
Nè ti mettere a cantare
Stando riversa sulla sabbia
Mentre sale tutta la felicità.
Un'altra onda sulla pelle
Ti può far correre e gridare,
solo dopo che il mare busserà;
Solo la storia di un ricordo
Ci può far vivere e curare
Sempre che poi la voglia ci sarà.
Ma non ti devi perdonare
Nè metterti a cercare
Stare abbracciati in riva al mare
È per me la più bella verità.
Un’altra onda sulla pelle
Si potrà infrangere e crollare
Solo dopo che il mio sguardo
arriverà.

Bruno Russo
 
Marco Scocchera- L'INELUTTABILE
Nulla ci può
sembrar ineluttabile
se nella speranza
cerchiamo
la nostra salvezza.

Fino ad oggi
siam giunti,
nella felicità
e nello sconforto,
nella pace
e nella guerra,
nella vittoria
e nella sconfitta…
…non sempre abbiam
goduto della vita
ma sempre
abbiamo avuto
un’ancora di salvezza:
La speranza.

La speranza
nella forza ritrovata
o la speranza di
ritrovar la forza
ci aiutano
ad affrontare la vita
anche quando
la vita
divien un’ affronto.

Mai naufragar,
mai annegar,
costruisciti una zattera
più forte
e contro corrente
impara a nuotar.

Reagisci,
alzati, vai avanti
e combatti…
…perché nulla
ineluttabile sia.


Marco Scocchera
 
Bruno Russo- DA NIENTE E LADDOVE
Orgasmo vivente di una notte eterna
che si ferma nell'ora
del suo tocco fatale,
nasci dall'acqua priva di sole,
il fondo di un orizzonte perduto;
stupidamente iterato
dalle testardaggini quotidiane
che ti fanno sognare.
Sei la venerea realtà
che fuoriesce dal mare
e s'avvicina minacciosa
alla mia incredulità.
Porti un bianco vestito
lavato dal vento
e dalle ultime gocce
che saltano al fianco.
Violenti un'immagine persa
le corde d'una chitarra scordata,
Prima del raggiungermi
la tua onda vorrei scolpire
e con essa
per sempre
il nostro tempo.

Bruno Russo
 
Bruno Russo- SONNO

Nel tempo sarebbe difficile
accomodarmi in questo lembo
di terra brulla
che costeggia ogni sorte

eppure l'abitudine
certe volte ti cattura
e sposta la tua mente
in atro loco

Me lo immagino
simile ad un incontro
fatto solo per parlare
ad un'eleganza ritrovata

L'abbandono segue
e la mia solita preghiera
si flette nel momento
che ti immagino arrivare

Un calore diffuso
dolce che t'afferra
e ti porta a quell'ebrezza
del ricordo di una culla.

Bruno Russo
 
Bruno Russo- ANGELO
Sei un fruscio
lieve
durato un attimo
rispetto alla vita

Bruno Russo
 
Marco Scocchera- UN IMPOSSIBILE DESIDERIO DI TE
Attorno a te un mondo fatto di incanto.
Nei tuoi occhi la profondità di uno spazio immenso.
Il tuo sorriso illuminava il buio di quei visi spenti.
Nella tua figura si celava il mistero…
Una voce soave
Un calore in quelle parole…
…forse poche, troppo poche,
ma le cose non dette erano tutte superflue…

Basta un attimo a volte…
e come un fulmine che sfreccia
diritto al cuore, ti senti qualcosa dentro
che ti affanna il respiro.

E’ forse l’amore ?

Chi ha imparato ad amare sa rispondere,
e sa che al cuore non si comanda.

Come dire, è impossibile pensare a
qualcosa che ti prende e che ti rapisce l’anima
senza restare con un meraviglioso ricordo.

E’ impossibile non voler credere
a qualcosa di genuino e di profondo.

Ed io qua ti dico,
non era solo per gioco…
non era per me un’abitudine
interessarmi a qualcuno in quel modo.

La tua bellezza ,
la tua semplicità,
quel viso dolce,
quell’attrazione forte
ed il fatto che mi sentissi così
a mio agio …

e quella forte emozione,
e quella carica forte
che mi prendeva nel venirti incontro,
tutto ciò
mi ha suggerito,
che forse quel nostro incontro
non fosse del tutto frutto del caso.

Hai mai sentito parlar del destino ?



Ma poi tutto ciò è finito,
quello che poteva essere non è stato…
non hai colto in quella occasione
il segno del fato.

Ma il fato è grande
ed io qui ti rivolgo una domanda,
che mi si è impressa in mente da quel momento:

Cosa è così impossibile ?

Cosa è che non ti concede
un po’ di riguardo,
per qualcuno che ti chiede
di conoscerti soltanto ?

Il mio animo è pulito
e sempre resterà tale…

Ma la mia vita ora è un po’
vuota , perché non ho vicino
qualcuno che la sconvolga.

E’ impossibile respingere
questo mio desiderio…

Ma per tutto il resto …
…NON esiste l’ IMPOSSIBILE !

Marco Scocchera
 
Marco Scocchera- IL TRENO DELLA VITA
La vita è un treno
in continuo movimento…
ci sono le tappe obbligatorie
ed anche quelle accidentali,
quelle programmate
e quelle occasionali…

Il treno si ferma e poi riparte,
a volte ripercorre gli stessi luoghi
dandoti l’impressione di rivivere
momenti del passato,
altre volte attraversa paesaggi mai visti
e ti porta verso nuove avventure.

Sono da giorni fermo in una stazione:
è per me un luogo nuovo
e pieno di fascino.
Osservo dal finestrino
la gente che passa…
molte persone mi sono già familiari,
ad alcune sono già affezionato,
ma altre cominciano a stufarmi.

Su una di queste è caduta
subito la mia attenzione.
Dal primo giorno ho provato a chiamarla
ma non mi ha risposto…
Ella continua a ripresentarsi
ai mie occhi ed ogni volta
carpisce la mia attenzione
come la prima volta.

La vedo, mi guarda,
ma soltanto quando rivolgo
il mio sguardo altrove…
Vedo in lei l’esitazione,
sento che vorrebbe anche lei
salire su questo treno,
ma qualcosa la frena.

Questa stazione mi piace
sempre di più,
ed il negarsi di quella
persona accende sempre più
in me di desiderio di incontrarla.

Vorrei scendere dal treno
per andarle incontro,
per parlarle,
per esprimerle le mie sensazioni,
per sapere delle sue sensazioni,
ma non voglio invadere il suo spazio
finché non sarà lei a volerlo…

So dove si nasconde quando non la vedo passare,
conosco il linguaggio degli uccelli
e potrei mandarle una colomba con un mio messaggio…
mi basterebbe poco per riascoltare la sua voce
e rivivere quelle meravigliose sensazioni,
ma non posso,
non voglio,
togliere a lei la libertà di venirmi incontro…

Non posso,
non voglio,
privarla della libertà di scegliere.

Ma il treno potrebbe ripartire improvvisamente
per nuove mete.
Non vorrei che ciò accadesse
senza lei a bordo,
ma il destino a volte decide per noi.

Il treno sta fischiando…
Le porte sono ancora aperte,
ma sento che stanno per chiudersi
e se così sarà
lei sarà fuori per sempre.

Sarebbe un gran peccato
perché perderei l’occasione di conoscerla
e resterei col dubbio
di aver perso la persona giusta.

Fin quando lei si ostina
a non guardarmi negli occhi,
non posso far nulla…
mi basterebbe un piccolo gesto
e sarei io stesso a tirare il freno d’emergenza.

Nel frattempo resto qui
a sognare tranquillo…
…sperando che questa poesia
che ho dentro, non la disturbi.

Lei era già passeggera
di un altro treno.

Il mio treno è ripartito
verso nuovi orizzonti.

Marco Scocchera


 
Bruno Russo- LA DEA CAPRESE
Certe volte le sere son gemelle
una è di tante e l’altra quella giusta
insediata come un fante
nella verde truppa ritta al fronte.
In una vidi uscire
paurosa e morbida dall’acqua
una figura di lei possente
levigata dalla forza di una dea
e da roventi flutti avvolti
nel più notturno sfondo
di un’insolita notte blu.
Nell’altra poi mi chiesi
come poterla richiamare
dall’attenzione dell’olimpo:
fu la musica a vedere
dalle finestre degli scogli
apparire lei vergine beata
nel solo vento che va a mare.

Bruno Russo
 
Marco Scocchera- CANDORE VIOLENTATO
Come puoi abusare di me ?
cosa i tuoi occhi vedono in me ?

Ti prendi con violenza
la mia innocenza.

Rubi la mia anima
come se fosse un gioco.

Provi libidine
per un corpo
che profuma ancora
di borotalco.

Approfitti di qualcuno
che ancora non ha imparato
cosa sia il rifiuto.

Non capisco cosa accade
ma ne resto scioccato.

Mi sbatti in faccia
una realtà non da poco.

I mie sogni distruggi
ed il mio sonno rendi disturbato.

Cosa c’è in te
che ti porta a tanto ?

Sei un animale dentro !

Guardati,
vile che non sei altro.

Sembri una persona per bene,
hai un lavoro dignitoso,
e spesso sei anche sposato.

Guardati allo specchio
e pensa a me…

…al candore che tu hai violentato.



Le parole che tante vittime innocenti
non potranno mai dire.


Marco Scocchera
 
Bruno Russo- UN VELO LA MIA MENTE (musicale)
Consegnami le chiavi
di una vita senza tempo
dove io potrei nuotare
senza mai ricominciare;
resta ad accarezzare
quest'aria che si sposta
al passare dei tuoi veli
in una notte senza luna,

resta a danzare
distaccata da ogni fuoco
tanto da farti poi sembrare
solo un immagine dipinta.

Ma se nell'aria si comprende
che si appartiene alla vita
se tu riesci a navigare
solo ad un pelo dal suo mare.

Consegnami le storie
incantate senza sale
dove io potrei vedere
senza mai dimenticare;
restami accanto a guardare
quest'aria che si sposta
al passare del tuo velo
una musica senza remi.

Ma se nell'aria si comprende
che si appartiene alla vita
solo se riesci a navigare
ad un pelo dal suo mare.

Intanto sale dalla terra
un profumo orientale
che si avvolge sul tuo corpo
senza farlo mai volare.

E' come un faro trascendente
dalla rocca delle opinioni
mille e una notte son le sere
che ti farei delle canzoni.

Ma se nell'aria si comprende
con tutta questa energia,
che nell'ambito di un ricordo
si ha la più grande di magia.

Allora abbandonati al mio vento
che appartiene alla tua vita
se tu riuscirai a navigare
solo ad un pelo dal mio mare.

Bruno Russo
 
Marco Scocchera-IL MOMENTO PER SOGNARE
Nel chiaro dei tuoi occhi
mi rifletto,
nel chiaro della tua anima
mi rimetto
contemplo il tuo sorriso
ed ascolto
quel dolce ardor
riposto…

E’ la vita
che rinasce,
è la speranza
che fluisce,
e quella sensazione
che mi prende
mi rende schiavo di te.

Le tue parole scorrono
come i tuoi capelli
al vento,
le tue note intonate
mi suonano beate,
le tue note stonate
a farmi riflettere
sono mirate...
…ma non per questo
son esse meno beate.

Il tuo viso delicato
la tua voce sensuale
il tuo carattere dolce
il tuo temperamento forte…

…la tua voglia di evadere
il tuo bisogno di credere
la tua forza interiore
e la passione che mi dimostri.

Cerchi a volte di sfuggirmi
come se qualcosa non andasse
Cosa è che ti prende ?
Cosa è che ti rapisce ?
Qual luogo ti accoglie
così bene
dal desiderar
di raggiungerlo
senza mete ?

Nel tuo mondo ti rifugi
dal nostro mondo fuggi..
dai dubbi
ti fai prendere
come se dei tuoi dubbi
avessi bisogno.

La vita non è solo dolore,
la vita non è solo illusione
sol lasciandoti andar
puoi riscoprir con essa…
…anche te stessa.

Nei tuoi occhi vedo
Il colore del mare,
nella tua anima mi specchio
e nei tuoi sogni mi rifletto,
fra le tue braccia mi rimetto
e ti stringo forte a me.

Un’anima in pena
una forza sbarazzina
una luce di speranza
un’animo da regina…
…è quel che vedo in te.

Reagisci alla vita
che hai la forza in te !
Procedi per la tua strada,
cammina sicura
batti forte il terreno
che c’è un campione in te !

Guardami negli occhi,
baciami, stringimi
e senza rimorsi …
…credi in te e me.
Sol il destino
può saper di noi,
sol il destino
decide per noi…
…sol una cosa ci resta…

…Crediamoci e basta.

Marco Scocchera
 
Marco Scocchera- UN SOGNO INFRANTO
Un sogno infranto

Un sogno muore…
la speranza di
una vita migliore,
la gioia di
un nuovo amore.

Tutto appare
senza più
quell’alone…
un alone di illusione.

La vita
perde
ogni incanto…
essa riappare
cruda come mai.

L’amore che
mi resta
si tramuta
in dolore.

La speranza
si perde
in un mare
profondo.

La luce si spegne
lasciandoci soli,
soli nel buio
che ci invade.

Quel bel momento
era troppo bello
per durare.

Perché tutto ciò
deve sembrarci normale?
E’ forse per non impazzir
che non portiam rancore?

Una porta è sbattuta,
ma le pareti devono
restare in piedi.

Quella porta
che ha fatto
tanto rumore…

Cosa ci resta?
Perché non ci è dato
sognar,
se non dopo un
altro sogno infranto?

Cosa abbiamo fatto?
Il silenzio cala,
e cala il sipario…
alcuna motivazione
vedo per tutto questo,
ma alcuna motivazione
mi è dato di cercare.

Quanta incomprensione,
quanta illusione,
quanta leggerezza
nel troncare
un amore.

Perché
non ti accorgi
che non è
la stessa cosa
del chiudere
una stupida porta ?

Come puoi dire
che è finita,
come se stessi parlando
di qualcos’altro ?

E’ della
nostra vita
che stai parlando.

A cosa si deve
quella leggerezza
di una frase
buttata lì
con tanta freddezza?

Le tue parole
mi giungono
al cuore
come le tue vecchie
parole d’amore.

Ma queste mi gelano
dentro e da dentro
esplode il mio malumore.

Mi respingi
come se avessi sbagliato…
altro non ho fatto
che cercarti…
e con tanto entusiasmo
amarti.

Apri gli occhi
per favore
e smettila
con questo duro fare.

Se sei dura con chi
ti ama,
al nemico
qual altra
condanna spetta ?

Apri gli occhi
ed il cinismo allontana !
Cosa ti aspetti
poi,
se allontani l’amore ?

Un sogno infranto
si dispera
ed una sola
speranza ci resta.

Ci credevamo
tanto,
abbiamo forse
sbagliato ?

Tutto questo
può anche essere giusto…

…Ma io TI AMO !

Ci abbiamo riprovato,
questa volta era la prova del nove.

Ci siamo impegnati…

ma il nostro impegno
dalla nostra diversità
è reso vano.

Un capodanno assieme
con tanti sogni per il futuro
non è bastato.

Lasciamoci prima che tutto questo
si tasformi in danno.

Ci siamo amati
e per amore ci allontaniamo.

In bocca al lupo.

Marco Scocchera
 
Achille della Ragione- UN SORRISO ( Poesia di un Anonimo )
All' ingresso di una camera dell’ospedale San Raffaele di Milano ho letto una poesia dolce ed accattivante di anonimo, che mi permetto di proporre a tutti.

Un sorriso non costa nulla e rende molto
arricchisce chi lo riceve
senza impoverire chi lo dona.
non dura che un istante
ma il suo ricordo è talora eterno
nessuno è così ricco da poterne fare a meno
nessuno è così povero da non poterlo dare
crea felicità in casa, è sostegno negli affari
è segno sensibile dell’amicizia profonda
un sorriso dà riposo alla stanchezza
nello scoramento rinnova il coraggio
nella tristezza è consolazione
d’ogni pena è naturale rimedio
ma è un bene che non si può comprare
né prestare, né rubare
poiché esso ha valore solo nell’istante in cui si dona
e se poi incontrerete talora
chi non vi dona l’atteso sorriso
siate generosi e date il vostro
poiché nessuno ha tanto bisogno di sorriso
come chi non sa darlo ad altri

Anonimo
 
Marco Scocchera- NELLO SGUARDO PERDIAMOCI

Nel profondo
dei nostri sguardi
perdiamoci per poi
ritrovarci assieme
a creare il nostro
destino…

Guardami
e dimmi cosa provi …
Nei tuoi occhi leggo
parole d’amore,
nei miei occhi
ho scritto per te
parole nuove…

Ho per te in riserbo
le mie emozioni…

Guardami e trasmettimi
ciò che provi
e nel tuo sguardo
cercherò le tue sensazioni

Guardami e cerca
nel profondo
della mia anima
tutte le mie speranze
per il futuro

Leggo nella tua anima
le stesse mie speranze
per il futuro



Il calore dei
nostri corpi
uniti in un corpo solo
sarà alimentato
dal calore del nostro amore

Nello sguardo cerchiamoci
nello sguardo perdiamoci…
per poi ritrovarci assieme
nel nostro nuovo futuro…

Io e te per sempre assieme


09-12-2004 un omaggio agli sposi

Marco Scocchera

 
Bruno Russo- LA FELICITA' DI ESSERE NATURA
In odor destino accusa
se al petto s'avvicina,
ma l'aspera rincosa fatta
s'inarca
all'unico verso atteso.
Mai s'adopera il lamento
come il vento tra gli scgli,
ma poggiando il suo respiro
si offre
alla più bella carezza che ci fù.

Bruno Russo
 
Achille della Ragione- ANGELO DEGLI AFFETTI
Grazie Tania angelo degli affetti
Grazie
Tania per i sorrisi ingenui che generosamente mi offri
per i tuoi
splendidi occhi azzurri che mi guardano con affetto
per le tue
delicate
carezze che premurosamente mi dispensi
per il costante
incoraggiamento
a non perdermi in pensieri tristi
per il calore, la
vicinanza, la
complicità
non una squallida storia di sesso
bensì una
nobile
testimonianza di affetto
sei riuscita a darmi una traquillità
che
credevo perduta per sempre
forse potrai donarmi una parvenza di
felicità
senza di te sarei perduto
e temo di perderti ogni giorno di
più
grazie ancora Tania angelo degli affetti
per un alltro giorno
sereno trascorso con te
Achille

 
Bruno Russo- CAPRI
Una forma di stazza ombrosa scolpita
dalle vene vetuste di una palma rovente,
d'azzurro ha ricoperto con un miele antico
il borgo dirupo dall'alto riposto.
Come dagli Dei il mito risorge così
ho rivisto un viso paterno ricoprirmi
di quella giovane forza, che come un'arma
pesante, avevo lasciato in un vicolo buio.
Nella baia di quel sito ho lasciato grandi navi
in assetto di pace; quella che non esiste
lancia rovente che la possa mantenere intatta.

Bruno Russo
 
Marco Scocchera- POCHE PAROLE BASTANO
Poche parole
pochi momenti
ma a volte è più semplice
leggere nell’animo
che star ad aspettare di vedere

Cosa aspettarsi di nuovo
se già quello che hai visto
sa di nuovo ?

Cosa chiedere ancora
se le parole ascoltate
già ti hanno appagato ?

Quale dubbio mi resta
se dopo una vita di dubbi
ci sei tu a rispondere
ad ogni mio dubbio ?

Poche parole pochi momenti
ma le tue parole le ascolto e rifletto
ti guardo negli occhi
ti leggo nell’anima
sei trasparente come l’aria...

Posso vedere oltre ogni ostacolo
ma non mi serve
perché non vedo ostacoli

Pulita, sincera, dolce...
cosa dovrei vedere in te
da esser incerto ?

Quello che vedo
è qualcosa che non mai visto
ma che ho sempre sognato

E’ bastato poco
ma già mi sento innamorato

E ciò che può apparire poco
poco non è se è stato tanto aspettato

Non potrei non riconoscere quello che cerco
e che ho sempre cercato

In te vedo l’amore incondizionato
in te vedo la possibilità di essere
me stesso e di essere apprezzato

In te vedo la speranza
di recuperare il tempo perduto

In te vedo la Donna
che può essere la mia amata
e dalla quale esser amato

Non ti conosco
ma ti conosco molto più
di quanto tu abbia immaginato

Poche parole, pochi momenti
ma il calore che emani mi basta
per completare quelle parole
e comprendere anche
le cose non dette

E tutto il resto
lo trovo
nel profondo del tuo sguardo

Ho capito tanto

Sei una regina
che ancora
non ha avuto il regno
che le spetta

Uomini troppo stupidi
hanno solo abusato della tua pazienza

Una donna come te merita
di sentirsi amata

Metti da parte i dubbi
ed i ricordi
ed apriti con speranza
a nuovi amori

Una donna come te
sa ottenere sempre ciò
che veramente vuole
 
Marco Scocchera- La passionalità

sentire le passioni...
sentire quel fluido che ti percorre le vene ...
sentire quell'emozione che ti prende e che ti rende vivo ...
avere dentro quel fuoco
...che ti permette di ardere
vivere e NON lasciarsi morire
reagire alla vita e non cedere alla noia che essa pu? presentare
reagire e dimostrare che dentro la tua passione ARDE per qualcuno
o che comunque qualcosa ? capace di renderti vitale

PASSIONALE è il contrario di
APATICO !!!

...


Marco Scocchera
 

Sito Online di Euweb